La tartaruga “Caretta Caretta”, uova sulla spiaggia di Pescoluse

Quest’anno, sulla spiaggia della Marina di Salve, l’occasione che si potrebbe presentare ai turisti è quella di vedere uno dei più affascinanti e significativi momenti che madre natura possa consentire di osservare: la nascita di diverse piccole tartarughe Caretta Caretta dalle uova della madre, e la loro corsa verso il mare, in un momento qualsiasi tra la fine di Agosto e l’inizio di Settembre.

La Tartaruga Caretta Caretta sulla spiaggia di Pescoluse

La Tartaruga Caretta Caretta sulla spiaggia di Pescoluse

Pescoluse è una delle aree più famose della penisola salentina che deve la sua fama alla spiagge dorate e fini, ed è qui che alla fine di giugno 2013 una femmina di tartaruga marina della specie Caretta Caretta ha depositato le uova, sulla spiaggia della Marina di Salve: una autentica meraviglia, in uno scenario da sogno, immersa in un’atmosfera incantata, in una zona con una incredibile fauna marina e un’acqua la cui limpidezza e le cui sfumature azzurre attraggono ogni anno numerosi visitatori e turisti.

La Puglia nel 2013 ha ottenuto ben 10 Bandiere Blu, un risultato ottimo che conferma la qualità delle spiagge, l’efficienza dei servizi e soprattutto l’eccellente qualità delle acque: sono state premiate le località di Fasano, Ginosa, Monopoli, Ostuni, Polignano a Mare, Rodi Garganico, e in Salento si sono distinte Melendugno, Castro, Otranto e soprattutto le marine di Salve, tra cui Pescoluse.

Pescoluse, rinomata località balneare caratterizzata da acque cristalline, si è distinta in particolare per l’attenzione alla salvaguardia dell’ecosistema marino, un primato che dimostra quanto la cittadina salentina sia competitiva nella gestione di un turismo ecocompatibile e nella tutela di un territorio ricco, anche dal punto di vista del patrimonio costiero, il quale costituisce uno dei migliori biglietti da visita del Salento.

Ora Pescoluse è divenuta zona di ovodeposizione della tartaruga marina Caretta Caretta, specie particolarmente protetta perché seriamente minacciata d’estinzione dalla crescente antropizzazione delle coste: dopo aver scavato una buca, vi ha deposto circa 100 uova che ha ricoperto con la sabbia; l’incubazione delle uova durerà oltre sessanta giorni, e dopo la schiusa, i piccoli riemergeranno dalla sabbia e si dirigeranno verso l’azzurro mare di Pescoluse.

In Italia la nidificazione della tartaruga Caretta Caretta è accertata solo in Sicilia, in Sardegna e in Basilicata. Tanta gente dunque é accorsa a Pescoluse per assistere coi propri occhi alla nidificazione. Il successo riproduttivo della Caretta Caretta in Salento è minacciato da numerosi fattori ambientali ed antropici: la predazione da parte dei ratti, dei gabbiani e dei cani randagi, l’affollamento della spiaggia e la balneazione, l’erosione costiera, le mareggiate. Per garantire il mantenimento delle condizioni ambientali idonee alla riproduzione della tartaruga, il nido è stato protetto utilizzando una griglia metallica infissa in profondità, e segnalato con un cartello informativo, al fine di ottenere una fruizione rispettosa e compatibile con l’importanza naturalistica del luogo.

Articolo Quotidiano mercoledì 26 giugno 2013

Articolo Quotidiano mercoledì 26 giugno 2013

 Aggiornamento 3 settembre 2013

Schiuse le uova di tartaruga marina caretta-caretta depositate sulle spiagge di Pescoluse – Torre Pali .. le piccole raggiungono il mare!
3/4 Settembre – Tartaruga caretta caretta – Pescoluse – Schiuse due uova di caretta caretta (specie in estinzione) deposte sulla spiaggia di Pescoluse la notte del 22 Giugno. Dovrebbero nascerne altre (FOTO di Elena Noviello – Riccardo Filincieri – Simona COnte)

 

  La prima Tartaruga raggiunge il mare nel pomeriggio del 3 Settembre. L'articolo della Gazzetta del Mezzogiorno del 4 Settembre 2013

La prima Tartaruga raggiunge il mare nel pomeriggio del 3 Settembre. L’articolo della Gazzetta del Mezzogiorno del 4 Settembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *