Le Coste del Salento ed il Litorale di Pescoluse

Le fotografie delle coste del Salento tendono di solito a coglierne i tratti più peculiari, quelli che più colpiscono; ma la lunghissima varietà di spiagge e rocce di questa terra baciata dal sole non si conosce mai abbastanza, e può riservare continue sorprese. Il Salento si vanta d’avere cosi belle coste perchè é, fra tutte le zone della regione, quella che ha il maggior numero di porti e di paesi affacciati sul mare, pronti ad accogliere gli ospiti.

Sul versante Adriatico, da Torre Guaceto ai Laghi Alimini, si rinnova la cortina di case allineate lungo la costa, tra piccole spiagge e di modesti scogli. Con il suo mare cristallino Panoramica in volo spiaggia id Pescolusee le sue spiagge meravigliose e le sue coste così diverse tra loro è un luogo paradisiaco unico al mondo, talmente vario da soddisfare ogni gusto.

Tra Capo d’Otranto e Santa Maria di Leuca, la scogliera a strapiombo caratterizza il litorale, e dove non ci sono grotte la costa scende a picco sul mare con vertiginosi crepacci.Costa adriatica foto Aerea E ogni tanto si apre l’oasi verde di piccole spiagge. Leuca, la città maggiore della zona, è ricca di memorie, di monumenti e di un litorale caratteristico: distesa lungo il tacco d’Italia, appare molto “mediterranea” nel biancore lontano delle sue case.

Procedendo verso il mar Ionio spiagge lunghe di sabbia fine, ma anche minuscole cale raggiungibili solo in barca o a nuoto, caratterizzano le coste, tra dune di sabbia e rocce calcaree. Isolette e scogli in mezzo al mare la cui storia è segnata dalle incursioni piratesche, dal Medioevo al XVIII secolo, narrano di fiabe e leggende, come la suggestiva Isola della Fanciulla. Foto al volo spiaggia di torre pali Le Torri Costiere fortificate, erette da Carlo V nel XVI secolo, per difendere i litorali salentini dalle incursioni saracene, fanno la loro comparsa tra gli accentuati contrasti cromatici fra l’azzurro del mare e del cielo ed il verde dell’entroterra.

Nei pressi di Torre Vado terminano gli scogli ed inizia la distesa di sabbia. Acque dalle mille sfumature di blu, azzurro, verde e smeraldo lambiscono le coste e sembrano una piscina naturale, ideale per rilassarsi e per scoprire paesaggi diversissimi tra loro e che offrono scorci impagabili.

la torre saracena di Torre vado

le torri medievali del Salento

Oltre ai paesaggi costieri e carsici di straordinaria bellezza, sulle coste del Salento si possono scoprire tipologie di habitat differenti come le “Sorgenti” al confine con Posto Vecchio, ove lo zampillio si nota soprattutto nei giorni di bassa marea.

Il litorale di Pescoluse comincia con sabbia chiarissima ed è molto lungo. Da queste parti sono tipiche le dune di sabbia piuttosto alte, sulle quali spunta qualche ginepro e cresce la macchia mediterranea. Nelle giornate più soleggiate, il mare assume una splendida colorazione verde smeraldo e l’integrità dei fondali è testimoniata dal recente avvistamento di alcuni giovani esemplari di Caretta Caretta, ormai una rarità nell’Italia peninsulare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *