salve – A noi la promozione del paese è battaglia tra le due Pro loco

• SALVE IL VECCHIO SODALIZIO RINASCE E CONTESTA QUELLO NUOVO
A noi la promozione del paese è battaglia tra le due Pro loco
[m.c.]

• SALVE . Le due anime della Pro Loco sono in lotta per la paternità. Da ieri, con l’af fissione di un manifesto, è diventata di pubblico dominio la guerra intestina tra i due gruppi che si contendono simbolo, denominazione e compiti dell’associazione deputata alla promozione territoriale.
A firmare il testo è il consiglio direttivo del sodalizio, reiscritto nell’albo regionale dallo scorso 9 luglio, dopo quattro anni di assenza dal mondo del volontariato. Nel 2005 infatti, l’allora presidente Corrado Villanova presentò le sue dimissioni e negli anni seguenti l’attività si fermò, fino a quando, a fine 2008, un gruppo di cittadini chiese e ottenne dalla Regione la nuova iscrizione all’albo, pubblicata sul bollettino ufficiale ai primi dello scorso luglio, eleggendo alla presidenza Silvio Sammali. Ma lo scorso gennaio, la vecchia gestione si riorganizza e sotto la presidenza dello stesso Villanova riesce ad ottenere due rappresentanti nella commissione comunale delle pari opportunità, oltre all’investitura (ad aprile) dell’assessorato regionale al turismo. Due anime dunque, una che continua la gestione del sodalizio perché non lo ritiene mai decaduto, l’altra che invece ottiene dalla Regione l’ok perché convinta di rifondare un gruppo non più attivo. Con il manifesto apparso ieri il consiglio direttivo che ha avuto il recente «placet» della Regione ha invitato l’al – tra schiera a farsi da parte, rinunciando a utilizzare il nome, il logo, la carta intestata, locandine e manifesti con simboli Pro Loco per le iniziative future. Una diatriba che immaginiamo potrebbe durare a lungo, mentre qualcuno invita la Regione a fare chiarezza.

Fonte: Gazzettadelmezzogiorno.it 22 agosto 2009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *